Creare un Chatbot senza saper programmare

VDMWEB-creare chatbot-senza saper programamre

Nell’ultimo anno l’utilizzo di chatbot nelle imprese è cresciuto in maniera esponenziale. Secondo Oracle, nel 2020 l’80% delle aziende offrirà ai propri clienti interazioni con chatbot.

Quindi la risposta è sicuramente “si, adottare un chatbot nel proprio business è indispensabile”
Per questo motivo è importante conoscere quali sono gli strumenti per creare un chatbot

Che cos’è un chatbot

Un chatbot, o chatter bot, è un programma che si basa sull’intelligenza artificiale in grado di simulare una conversazione con un interlocutore umano in modo testuale o vocale. Seguendo uno schema logico domanda/risposta preimpostato, formula e/o risponde a domande più o meno complesse relative ad uno o più argomenti.
Da non confondere con un Assistente Virtuale
Nel corso degli anni gli sviluppatori hanno fatto passi da gigante nello sviluppo di chatbot, attualmente in grado non solo di comprendere il linguaggio conversazionale, ma anche di apprendere autonomamente dalle interazioni attraverso il machine learning, incrementando così la propria intelligenza.

Come creare un chatbot: gli strumenti da utilizzare

Attualmente la rete offre molte soluzioni fai-da-te per poter creare un chatbot da inserire sul proprio sito web, su Facebook, Telegram o altre applicazioni. Queste soluzioni non richiedono la conoscenza dei linguaggi di programmazione e per questo motivo permettono a tutti di creare un chatbot in una manciata di minuti.

Ovviamente ci sono anche soluzioni più avanzate, dedicate ai programmatori (come botframework.com) che però oggi non andremo ad analizzare.

Vediamo insieme quali sono alcune soluzioni presenti sul web per creare un chatbot:

 Botsociety

Partiamo dall’Italia con BotSociety, un ottimo tool che permette in maniera molto veloce di creare un chatbot.
Ci si registra in pochi click, anche attraverso facebook, e si entra subito nel vivo della progettazione del mock up.
Per prima cosa si assegna il nome al proprio chatbot e si determina il tipo di piattaforma di utilizzo, scegliendo fra Facebook, Facebook extension, Slack,GoogleHome e telegram.
L’interfaccia grafica è veramente molto semplice ed intuitiva: attraverso la costruzione di un mockup, ovvero una riproduzione grafica di ciò che avremo, si può strutturare l’interazione fra il bot e l’umano.

botsociety-vdmweb-1024x576 Creare un Chatbot senza saper programmare


All’interno della conversazione si possono inserire immagini, scelte multiple, bottoni cliccabili ed altro ancora; inoltre si possono stabilire i tempi di pubblicazione fra un contenuto e un altro.

A fine progettazione si esporta facilmente per integrarlo nella piattaforma desiderata.
La versione free permette anche di avere un preview di ciò che si ha progettato, e include nel piano la possibilità di creare fino a due chatbot. Le versioni a pagamento partono da 49 euro al mese e si può attivare anche una versione Beta che permette di testare in anteprima le novità relative alla piattaforma (con relativi rischi di bug).

 Botpreview

Fra i più semplici in circolazione per la creazione di chatbot per facebook messenger, non posso non menzionare Bot Preview, che lavora con un’interfaccia veramente intuitiva e semplice.

Si possono generare preview e condividere il chatbot tramite link oppure tramite esportazione in html, MP4, Javascript.
Per ora esiste solo una versione Beta completamente free che permette di esportare chatbot con poche interazioni, ma fra non molto dovrebbero rilasciare la versione completa.

botpreview-vdmweb Creare un Chatbot senza saper programmare

 Botmock

Botmock a differenza di BotSociety, lavora sia come mockup designer sia attraverso la creazione di flowchart: quindi permette di procedere nella creazione del chatbot tramite un’interfaccia grafica, oppure tramite la creazione di un diagramma di flusso (flowchart).
Si integra perfettamente con le piattaforme di Facebook, Amazon Alexa e Google Actions.

Anche questo tool è molto intuitivo e semplice, ci si registra e si inizia a progettare in pochi click: unico neo è che non permette agli account free di avere una preview del lavoro svolto, e questo è a mio avviso un limite abbastanza grande.

Le versioni a pagamento partono da un mensile di 45 dollari.

botmock-vdmweb Creare un Chatbot senza saper programmare

 Onsequel

Un tool davvero ben fatto, che si affida alla progettazione con flowchart, è On Sequel. Oltre ad essere veramente ben fatto permette di creare chatbot per molte piattaforme: fra le molte Messenger ma anche Kik e Telegram.
La caratteristica di questo tool è la possibilità di utilizzare dei template preimpostati, senza dover iniziare a costruire da zero (molto comodo per chi non ha un buon rapporto con il pc) e consente di testare direttamente sul proprio cellulare, in modalità privata, il chatbot appena creato.

On-sequel-vdmweb Creare un Chatbot senza saper programmare

 Rebotify

L’australiano Rebotify si presenta con una grafica un po’ meno intuitiva rispetto ai precedenti e lavora attraverso la creazione di flowchart.
Si integra perfettamente con Facebook, Slack, WeChat & Web e include un tool per monitorare l’andamento del chatbot (analytics). Permette di avere una preview del lavoro svolto anche nella versione free.

rebotifyok-vdmweb Creare un Chatbot senza saper programmare

 

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.